NOTIZIEVIDEO

Del nuovo ACN se ne è parlato a Torre del Greco

Sabato 23 marzo a Torre del Greco, presso l’Hotel Sakura, si è tenuto un importante convegno organizzato dalla Cooperativa MediCoop Vesevo, avente come oggetto il futuro della Medicina Generale e il nuovo Accordo Collettivo Nazionale di Categoria che interesserà circa 60mila medici italiani, ai qualiverrà garantito il Ruolo unico.
Il convegno si è aperto con il saluto del Presidente della Cooperativa MediCoop VESEVo, dott. Francesco Paolo Deliguoro, che in un volo pindarico ha sottolineato i tanti successi del sodalizio vesuviano in questi 20 anni e le criticità insorte per la Categorie medica e per la stessa Cooperativa, con l’avvento della pandemia da SARS-Cov-2.

Il saluto dell’Ordine dei Medici Chirurghi di Napoli è stato portato da Vincenzo Schiavo, nel duplice ruolo di Consigliere dell’Ordine dei Medici di Napoli e di Presidente della Fimmg Napoli.

Un caloroso saluto è stato portato ai tanti partecipanti, anche dal Segretario Aziendale dell’ASL Napoli 3 Sud, della FIMMG Napoli, dott. Ciro Cozzolino.

Un momento emozionante è stato rappresentato dalla relazione del dott. Corrado Calamaro, Segretario Amministrativo della FIMMG Napoli, che con un viaggio nei ricordi, ha elencato le tante
iniziative messe in campo in questi ultimi 20 anni dal Sindacato Fimmg Napoli.

Tutte le novità del nuovo ACN sono state illustrate dal Segretario Provinciale, Luigi Sparano, che ha ricordato che con questo ipotesi di ACN 2019-2021, verranno recuperati 5 anni di arretrati e verranno aggiornati i compensi al 2021.
Sparano ha inoltre ribadito che con il nuovo ACN sono state meglio definite alcune tutele in relazione alla genitorialità e alla femminilizzazione della professione, e ribadito come siano state chiarite le contraddizioni sui modelli di autonomia di gestione degli studi medici, che potranno anche ospitare gli specialisti per la presa in carico dei pazienti cronici.

Insomma, una bella mattinata all’insegna dell’aggiornamento e che ha visto la partecipazione di tanti medici di Medicina Generale provenienti dall’area vesuviana.

Mostra di più

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button